• Sito di informazione sindacale in Nuova Ompi di Femca Cisl

NUOVO ACCORDO PREMIO 3/1

Era doveroso ritoccare il vecchio premio presenza 3/1  Da questo principio nasce l’ accordo tra l’ Azienda e l’ RSU. Chi lavora con questa turnazione (che parte dal 19 Giugno e termina il  07 Settembre)  è consapevole di quanto faticoso sia, sopratutto perché effettuato durante la stagione estiva. Corrispondere un premio adeguato è assolutamente corretto e giusto. Quindi dopo qualche settimana di lavoro in sede di trattativa l’ accordo stabilisce quanto segue:

        ORE ASSENZA            PREMIO          

  • Zero ore                        250 €
  • Da 0,1 a 4 ore               200 €
  • Da 4,1 a 8                     100 €

Inoltre per chi farà zero ore di assenza si aggiungeranno i premi di chi ha sommato più di 8 ore d’ assenza.

 

COME SARANNO DISTRIBUITI I PREMI DI CHI NON LI PERCEPIRA’?

Ai colleghi che avranno raggiunto l’ obbiettivo di ZERO ore di assenza verrà aggiunto il premio di chi lo avrà perso, secondo la formula che prevede la redistribuzione del 100% dell’ importo non assegnato, ossia:

  1. 250 euro
  2. Per il numero di dipendenti che non hanno raggiunto il premio
  3. Diviso con chi il premio lo ha raggiunto.

LA FORMULA PER IL CALCOLO 

euro 250 x n. dipendenti con assenza superiore a 8 ore

________________________________________________________=incremento premio individuale

n.dipendenti con assenza pari a 0 ore

 

Il risultato sarà l’ incremento del PREMIO.

Inoltre ci saranno ulteriori 100 euro di premio (scollegato dal premio sopra citato ) per coloro che faranno assenze 0 nei periodi di ferie collettive nei mesi di marzo,aprile,maggio,settembre e ottobre .

Non costituiranno assenza 

-giorni di permesso/ferie firmati dai capi reparto

-un giorno di permesso per lutto contestuale all’evento per il quale se ne richiede la fruizione

-un evento di ritardo con massimo 30 min dopo inizio del turno

I

DETASSAZIONE E WELFARE

Ricordiamo che rispetto agli anni precedenti questo premio ha il beneficio della detassazione agevolata al 10%, oltre alla possibilità di essere tramutato in welfare per chi ne faccia richiesta e quindi esentasse.

 

UNA RSU CHE INFORMA